Metodi di cottura, Ricette

Cottura del riso per assorbimento

cottura riso per assorbimento

La cottura del riso per assorbimento consente di mantenere tutte le proprietà nutrizionali del riso. Vediamo quali sono i metodi di cottura del riso per assorbimento più utilizzati.

1) Cottura del riso per assorbimento con bollitura.

Portate ad ebollizione l’acqua, il doppio rispetto alla quantità di riso. Aggiungete il sale e versate il riso. Lasciate consumare l’acqua durante la cottura: il tempo dipende dalla tipologia di riso usata. Se fosse necessario aggiungere ancora liquido di cottura, fatelo con acqua calda. Infine condite con burro o un filo d’olio e con parmigiano grattugiato. La cottura del riso per assorbimento vi consente di ottenere un riso cremoso senza aggiunta di grassi perché l’amido, che normalmente si disperde scolando il riso, rimane in pentola.

cottura riso per assorbimento

2) Cottura del riso per assorbimento come un risotto.

Rispetto alla bollitura per assorbimento, si procede facendo tostare il riso in pentola prima di aggiungere l’acqua bollente. Potete tostare il riso a secco o con un filo di olio extravergine di oliva. Procedete versando gradualmente l’acqua bollente, come per fare un risotto. Portate a cottura il riso in base alla tipologia scelta. A fuoco spento aggiungete un pezzetto di burro oppure dell’olio extravergine di oliva, infine del parmigiano. Potete insaporire il risotto in bianco con un pizzico di noce moscata.

cottura riso per assorbimento

3) Cottura del riso per assorbimento pilaf.

Tipica della tradizione turca, la cottura pilaf comincia con la tostatura del riso in una padella con olio (ed eventualmente cipolla tritata), proprio come per il risotto. Aggiungete il sale e quindi tutta l’acqua bollente. Il rapporto tra acqua e riso è 2 a 1, quindi 200 ml di liquido per 100 gr di riso. La quantità di liquido può leggermente variare in base al tipo di riso. Quando il liquido riprende il bollore si copre la pentola con un coperchio, senza alzarlo fino al termine della cottura. Il riso si può cuocere in forno, se avete una pentola adatta,  a 180-200°C per 15-20 minuti. Potete anche terminare la cottura sul fornello, a fuoco molto basso e sul fuoco più piccolo. Anche in questo caso la cottura del riso avviene per assorbimento dell’acqua, mantenendo tutte le sue proprietà nutrizionali.

Guarda il video “Come si prepara il riso pilaf”.

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Commenti*