Eventi Food

La premiazione della Rana D’Oro tra arte, cucina e riso

 

Lo scorso 25 settembre a Casalbeltrame, Novara, cucina, arte e cultura si sono uniti per dare vita ad una speciale giornata che ha visto come sfondo la suggestiva tenuta di Riso Buono . Un ricco ed importante programma ha unito una serie di eventi prestigiosi animati da chef, eccellenze enogastronomiche del territorio e personaggi illustri.

La giornata ha avuto inizio a ‘L Civel – Museo Etnografico dell’Attrezzo Agricolo e di Villa Gautieri ed è proseguita con la visita guidata alle sculture esposte all’interno degli spazi di Materima. Nell’azienda agricola Riso Buono è stata invece inaugurata la mostra “Emilio Isgrò – Opere” che prende il nome dall’omonimo e noto artista concettuale e che sarà visitabile gratuitamente e su prenotazione all’indirizzo arpitesca@casalbeltrameonline.it fino al 10 dicembre 2017.

Dall’arte si è passati alla cucina, con una nuova tappa di In The Kitchen Tour, il circuito B2B ideato dall’associazione Chic (Charming Italian Chef) che ha lo scopo di fare incontrare chef provenienti da diverse parti d’Italia, per scambiarsi  informazioni sulle eccellenze e sui prodotti di qualità, da studiare, sperimentare e proporre attraverso creazioni ed impieghi innovativi. Gli chef, armati di una cassetta di legno, hanno letteralmente fatto la spesa tra gli espositori presenti, con aziende di riso, gallette, biscotti, cioccolato, birra, vino, e ancora altri prodotti che rappresentano eccellenze agroalimentari del territorio.

Il momento del pranzo è stato animato dalla preparazione del risotto, naturalmente con il Carnaroli Riso Buono, all’interno di Guendalina, la “padellona” firmata Crafond con i suoi 180 cm di diametro.

Ph credits Donatello Lorenzo

Nel pomeriggio Riso Buono ha ospitato la cerimonia di conferimento del Premio “Casalbeltrame – La Rana D’Oro”, un evento di altissimo livello organizzato dall’Associazone Culturale Arpitesca, che dal 1973 premia chi si è fatto notare con il proprio operato nel campo dell’arte, della medicina, dello sport, dello spettacolo, della cultura. Un premio alla creatività, alla ricerca, alla bellezza e alle capacità umane!

Ph credits Donatello Lorenzo

La cerimonia di quest’anno è stata aperta dal Presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi. La prima Rana d’Oro, assegnata all’imprenditrice e Presidente Onorario FAI Giulia Maria Crespi Mozzoni che non è potuta essere presente alla cerimonia, è stata ritirata dal Presidente FAI di Piemonte e Valle d’Aosta Maria Leonetti Cattaneo. Il secondo personaggio che Arpitesca ha voluto premiare, anch’esso assente, è stato lo Chef Gualtiero Marchesi, Maestro pluristellato che ha dettato la storia della cucina italiana. A ritirare il suo premio c’era Enrico Dandolo, Vicepresidente della Fondazione Gualtiero Marchesi. La terza Rana D’Oro è stata assegnata all’artista concettuale e pittore Emilio Isgrò, presentato dal giornalista e critico d’arte Flavio Arensi. A ricevere il premio c’era anche l’imprenditore e Presidente della Fondazione Comunità Novarese Cesare Ponti, presentato dall’Ambasciatore Dott. Luigi Guidobono Cavalchini. È stata poi la volta di due giovani donne: la campionessa del mondo di sci di velocità Valentina Greggio, presentata dal redattore sportivo dell’edizione di Novara e Vco de La Stampa Davide Boretti, e l’attrice Michela Quattrociocche.

Quest’anno, a condurre questo importante momento, al fianco della presentatrice Bruna Vero, c’era il volto televisivo Francesca Romana Barberini.

La giornata si è conclusa con il taglio della suggestiva torta preparata per l’occasione dallo Chef Pier Zuccalla del Biscottificio Rossi di Romagnano Sesia.

Se volete rivivere l’atmosfera della giornata, cliccate sul video!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Commenti*