Ricette, Risotti

Risotto verde di Carnaroli con crescenza e anacardi

Il riso Carnaroli è il re dei risotti. Ha chicco grande e una perla centrale, quella parte che resta opalescente e che permette di assorbire in cottura i condimenti. L’alto contenuto di amilosio permette di mantecare perfettamente il risotto, creando quella cremina che lega perfettamente il riso.

acquerello songino rucola crescenza-001

Un verde brillante, grazie alla clorofilla di songino e rucola, la morbidezza della crescenza, che manteca un già perfetto Carnaroli Acquerello, e la croccantezza degli anacardi fanno di questo risotto uno dei miei preferiti.

Il riso Acquerello è un riso 100% italiano, coltivato alla Tenuta Colombara di Livorno Ferraris, in provincia di Vercelli. Famoso per la confezione in lattina, è invece conosciuto dagli chef per la sua tenuta di cottura e per l’uniformità del riso: un’unica varietà garantita, il Carnaroli, selezionato secondo criteri di qualità. I chicchi sono uniformi, senza macchie e rotture, belli alla vista e buoni al palato.

Ingredienti per 4 persone

  • 240 gr di riso Carnaroli
  • insalata songino
  • qualche foglia di rucola
  • 1 quarto di cipolla dorata
  • 1 confezione di crescenza da 125 gr
  • anacardi
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe
  • brodo vegetale
  • vino bianco
  • parmigiano grattugiato

Preparazione

Tritate finemente un pezzetto di cipolla e fatela soffriggere in una padella unta d’olio. Aggiungete il riso Carnaroli, fatelo tostare per un paio di minuti, aggiungendo sale e pepe. Sfumate con il vino bianco, lasciandolo evaporare completamente, quindi aggiungete il brodo caldo. A parte, frullate l’insalata songino con qualche foglia di rucola, olio, brodo  e un pizzico di sale, fino ad ottenere una crema abbastanza densa. Quando il riso sarà cotto (non più di 15 minuti), aggiungete a fuoco spento la crema di songino, la crescenza e il parmigiano. Servite aggiungendo nel piatto gli anacardi tritati grossolanamente.

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Commenti*