Altre ricette, Ricette

Supa Ad Coi – Zuppa di cavolo Piemontese per i Santi.

supa ad coi

La supa ad coi è una ricetta della tradizione piemontese che Francesca, nonna di mio marito Alberto, prepara ogni anno in occasione del primo Novembre, giorno dei Santi. La ricetta originale è preparata con il cavolo di Montalto Dora, località vicino a Ivrea in cui Francesca ha trascorso la sua gioventù.

Supa ad coi (Zuppa di cavolo)

1 cavolo verza di Montalto Dora

1 filoncino o baguette raffermo

Burro

Salsiccetta

Brodo di carne

Grana Padano

Preparazione

Innanzitutto bisogna preparare un brodo di carne. Poi si sfoglia e si lava il cavolo, eliminando le foglie più esterne e verdi, e lo si sbollenta per pochi minuti.

Cavolo verza di Montalto Dora - foglie interne
Cavolo verza di Montalto Dora – foglie interne.
cavolo verza di Montalto Dora per la supa ad coi (zuppa di cavolo)
Sbollentare le foglie di cavolo

In una pentola (possibilmente di terracotta) si scioglie del burro e si adagiano alcune foglie di verza cotta, seguite da fette sottilissime di pane, salsiccetta sbriciolata e un’abbondante manciata di formaggio Grana grattugiato.

Burro fuso
Primo strato: foglie di cavolo.
Secondo strato: salsiccetta sbriciolata.
Terzo strato: pane raffermo affettato sottilmente.
Quarto strato: formaggio Grana gratuggiato.

Si prosegue con gli altri strati e infine si copre il tutto con il brodo.

Proseguire con altri due strati.
Ricoprire il tutto di brodo.

Un tempo la zuppa veniva lasciata cuocere sulla stufa, oggi naturalmente è preparata sul classico fornello a gas o elettrico e viene fatta cuocere per almeno tre ore a fuoco basso con coperchio. Il segreto per una zuppa superba? Servirla il giorno dopo.

Naturalmente a quei tempi non si buttava via niente. Le foglie più esterne del cavolo e il bollito di manzo (con cui veniva ricavato il brodo per la supa) venivano usati per preparare i capunet, classici involtini di carne e cavolo della tradizione piemontese.

Ingredienti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name *

Your website *

Commenti*